Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

n. 62/ a.a. 2016-17: CORSO DI PROGETTAZIONE MULTIM... Read more

n. 61/ a.a. 2016.17: CORSO DI STORIA DELL'ARTE CON... Read more

avviso n. 59 / a.a. 16-17: ANATOMIA ARTISTICA - LE... Read more

n.17/aa 16-17: INSEGNAMENTI MUTUATI DALL'UNIVERSIT... Read more

Eventi e progetti

 

logo riformaRiforma Protestante 1517 - 2017

Giovedì 18 Maggio ore 17.30 

a cura di:
ACCADEMIA DI BELLE ARTI G.CARRARA 
FONDAZIONE BERGAMO NELLA STORIA
ATENEO DI SCIENZE LETTERE ARTI

Accademia di Belle Arti G.Carrara,
piazza G.Carrara 82/D,
aula Pittura B 5/6, piano 1º

Ciclo di incontri
Immagini della Riforma

Una gentildonna veneziana di fronte al Sant’Uffizio
Federica Ambrosini
già docente all’Università degli studi di Padova

Il processo a Isabella della Frattina
letture a cura di Diego Bonifaccio

introduce e modera
Maria Grazia Recanati
Accademia di belle arti G. Carrara

www.riforma500bg.it

all my friendsAll my friends are dead
OPSI collective
a cura di Jessica Bugini e Gaspare Tosi

Inaugurazione: venerdì 26 maggio 2017 – ore 18.00
Apertura: Sabato 27 e Domenica 28 maggio 2017, h 14:00-19:30
Dal 1 al 10 giugno 2017, da giovedì a sabato 16:00-18:30
(venerdì 2 giugno chiuso)
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d e 33, Bergamo

L’Accademia di belle arti G. Carrara è lieta di presentare All my friends are dead, il terzo dei cinque progetti selezionati tramite bando rivolto a studenti e diplomati dell’Accademia e che verranno ospitati negli spazi di Giacomo nel corso del 2017. La mostra espone le opere del collettivo OPSI ed è curata da Jessica Bugini e Gaspare Tosi.
All my friends are dead inaugura nell’ambito di The Blank ArtDate - Sacro/Sagra (26 27 28 Maggio 2017). La settima edizione di The Blank ArtDate, le tre giornate dedicate all’arte contemporanea organizzate a Bergamo, è strutturata sull’esempio della festa popolare e riflette sul tema del Sacro.

Reperti post apocalittici, pandemia virtuale, messaggi olografici, visioni archetipiche, iconoclastia digitale, il collettivo OPSI studia ipotetici scenari catastrofici attraverso installazioni e media differenti.

La fine è certa ma non il suo iter
Il caotico tempo che rimane
Ciò che è sopravvissuto all’Apocalisse

iottyUN LOGO PER IoTty 

Bando rivolto agli studenti dell'Accademia di belle arti G. Carrara 


IoTty è una startup nata alla fine del 2015 che si occupa prevalentemente di IoT, Industria 4.0 e nuove tecnologie con un focus particolare dedicato al mondo dell’industria.
La Mission di IoTty è quella di produrre “cose tecnologiche” che rendano smart la vita di tutti i giorni non solo in ambito industriale.

Finalità
Oggi IoTty ha la necessità di disegnare il logo aziendale e si rivolge, attraverso un bando, all’Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo per incentivare i giovani studenti e coinvolgerli in uno dei momenti più importanti nella nascita di una nuova azienda.
A fronte del lavoro e del risultato che si otterrà, IoTty sceglierà il vincitore del progetto a cui spetterà un premio pari ad euro 1.000,00 lordi.


Obiettivi
Attraverso un “concorso di idee”, si chiede agli studenti di elaborare una proposta di logo aziendale, un logo semplice, appunto smart, ma non semplicistico, che permetta alla nostra Azienda di essere riconoscibile ed identificabile.
”Less is more” potrebbe essere il nostro claim perché semplificare i processi è la Mission di IoTty che ci aiuta tutti i giorni ad utilizzare le tecnologie più innovative con la massima facilità e nella massima sicurezza.
Lo Staff di IoTty è disponibile a fornire il massimo sostegno e disponibilità per accompagnare gli studenti interessati nella fase di progettazione e brainstorming.
Per maggiori informazioni e per entrare in contatto con l’Azienda la persona di riferimento è Claudio Magnani e la mail per il contatto è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Destinatari
Possono partecipare al bando studenti iscritti all’Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo

Scadenze
I candidati interessati devono inviare la propria proposta via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 31 maggio 2017.
La proposta deve essere presentata in un unico file pdf (dimensione max. 10 Mb) in cui inserire:

  • Le generalità del partecipante
  • La propria proposta grafica per il logo IoTty
  • Un breve testo (max. 400 parole) che spieghi il Concept del proprio design


Giuria
Una Giuria qualificata composta dallo Staff di IoTty e da un Docente dell’Accademia analizzerà le proposte e deciderà insindacabilmente un vincitore a cui verrà devoluto il premio di 1.000,00 € lordi.
Il nome del vincitore sarà pubblicato sul sito dell’Accademia entro venerdì 9 giugno.
Il vincitore sarà tenuto a fornire a IoTty la sua proposta in un formato editabile secondo le caratteristiche tecniche richieste.
Il vincitore, con l’accettazione del premio, cede a IoTty il diritto di utilizzo del proprio elaborato grafico e rinuncia a qualsiasi pretesa sullo stesso.
IoTty si riserva la libertà di utilizzare o meno la proposta del progetto vincitore per l’elaborazione del proprio logotipo, oltre a non restituire i lavori prodotti dai vari concorrenti.

scarica il bando

 

 

danger salvatoreSalvatore Falci. Algoritmi e Danger

Inaugurazione domenica 7 maggio 2017 dalle ore 11:00
Dal 7 maggio al 24 giugno 2017
Orari di apertura: Martedì- Sabato 14.00 | 19.00


GALLERIA MONOPOLI
via Giovanni Ventura 6 20134 Milano
+39 02 36593646 +39 333 5946896


www.galleriamonopoli.com
info@galleriamonopoli    

curatori emergentiCURATORI EMERGENTI ALLA GAMeC
E IX EDIZIONE DEL PREMIO BONALDI
6, 7 E 8 MAGGIO 2017 – GAMeC, Bergamo 

6, 7 E 8 MAGGIO 2017 
QUI. ENTER ATLAS
SIMPOSIO INTERNAZIONALE DI CURATORI EMERGENTI

Lunedì 8 maggio 2017, ore 18:30
PREMIO LORENZO BONALDI PER L’ARTE – ENTERPRIZE
Cerimonia di premiazione aperta al pubblico

GAMeC, Spazio ParolaImmagine

Download CS

manzoniAccademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso 
c/o GIACOMO 
presentano

SINGOLARE
Mostra della II edizione del progetto Artist-in-residence Kilometro Rosso
Espongono: Sara Benaglia, Giusy La Licata, Lorenzo Lunghi, Marco Manzoni, Federico Orlando, Francesca Santambrogio.

Inaugurazione: giovedì 4 maggio 2017 – ore 18.00
Apertura: 5 - 13 maggio 2017
Da giovedì a sabato 16:00-18:30
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo
 
Progetto promosso da Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso.
In collaborazione con i partner: Brembo, Intellimech, Istituto Mario Negri, Laboratorio di Meccatronica – Università degli Studi di Bergamo, Petroceramics, Umania.
Con il sostegno di UBI Banca Popolare di Bergamo.

RocciacastelloRocciacastello 
gruppo || 

Inaugurazione: martedì 11 aprile 2017 – ore 18.00
Apertura: 13 - 29 aprile 2017
Da giovedì a sabato 16:00-18:30
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo

L’Accademia di belle arti G. Carrara è lieta di presentare Rocciacastello, il secondo dei cinque progetti selezionati tramite bando rivolto a studenti e diplomati dell’Accademia che verranno ospitati negli spazi di Giacomo nel corso del 2017.

Rocciacastello è tornata dietro le vetrine, per accendere il condizionatore e ritrovare il silenzio. Ormai siamo una famiglia.

INVITO PRIMO GIORNOL’Accademia di belle arti “G. Carrara”
la Biblioteca Civica “Angelo Mai”
la Commissione culturale della Biblioteca
con International Inner Wheel Bergamo

annunciano la presentazione del documentario in dieci episodi per piattaforma multimediale

Primo giorno
la riapertura della Biblioteca Civica “Angelo Mai”

di Sara Rossi in collaborazione con gli studenti dell’Accademia di belle arti “G. Carrara”

martedì 11 aprile, ore 21.00 - presso la Biblioteca Civica “Angelo Mai”  
Piazza Vecchia 15 - Bergamo Alta

Dopo tre anni di lavori per restaurare la volta del Salone Furietti, il 7 gennaio 2016 il personale della Biblioteca riprendeva possesso del suo spazio più prezioso. Si decise una breve chiusura al pubblico necessaria a ripulire i monumentali scaffali ottocenteschi, a ricollocare migliaia di volumi, a restaurare i dipinti e i busti in gesso che ornano il grande salone. Si dovevano poi riportare nella Sala Tassiana i Globi secenteschi di Vincenzo Coronelli. Da poco più di un anno la Biblioteca ha ripreso in pieno le sue funzioni, aprendo al pubblico la possibilità di visitare i suoi splendidi spazi anche durante l’orario di studio per gli utenti.

BB immagine

PROGETTO B&B
 BERGAMO - BRUXELLES 

c/o Giacomo 

via Quarenghi 33, Bergamo
da lunedì 13 a sabato 18 marzo 2017  
dalle 9:30 alle 17:00 

si svolgeranno molteplici workshop tenuti da Salvatore Falci, Albertina Domenighini e Bruno Ghislandi, Giulia Dal Monte e Luna Ota Shawa, con la partecipazione degli studenti dell’Accademia di belle arti G. Carrara, studenti di belle arti da Bruxelles e referenti del Comitato Quarenghi.
 

modenamaticMetronom, Accademia di belle arti G. Carrara 
IgersModena e IVS 

presentano 

Modena INSTAmatic 

Opening: sabato 11 marzo ore 11.00 
11 - 12 marzo 2017
Via Carteria, 8 - Modena
Orari:  sabato 11 marzo: 11.00 – 20.00 - domenica 12 marzo 11.00 – 19.00

Modena INSTAmatic è un progetto che unisce la documentazione e la valorizzazione del centro storico con l’attività fotografica sul campo. Grazie alla collaborazione tra la comunità di Instagram di Modena, Igersmodena e l’Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo, l’attività fotografica in ambito social incontra quella artistica. Strumento è quello della fotografia condivisa attraverso il social network Instagram, con la partecipazione degli studenti dell’Accademia, guidati da Luca Andreoni e Alessandro Calabrese. La presentazione delle ricerche fotografiche è affidata a uno strumento non convenzionale: una macchina distributrice automatica, messa a disposizione da IVS Italia. 

Partecipano: Greta Baruffi, Andrea Benti, Rocco Bergamelly, Giacomo Bissi, Giulia Bonacina, Gaia Boni, Jessica Bugini, Deborah Cancelli, Andrea Carraro, Pianella Chumpitaz, Camilla Di Bella, Irene Fagioli, Enrico Finazzi, Giulia Franceschini, Eleonora Garini, Alessandro Ghislandi, Carlo Alberto Badoglio, Giorgia Mazzaglia, Tomaso Pirotta, Amira Rachdi, Martina Ravelli, Leonardo Rossi, Sara Soranto
 

FramelessFRAMELESS / Senza cornice 

L’opera d’arte tra supporto, contesto e città 
convegno internazionale 
a cura di Claudio Musso e Fabiola Naldi 

MAMbo – Museo d’arte Moderna di Bologna | Sala Conferenze 
13 marzo 2017 h 14.00 - 18.00
14 marzo 2017 h 10.30 - 13.00 e h 14.00 - 18.00

Il convegno parte dall’attuale urgenza pratica e teorica di riflettere sull’evoluzione dell’idea di cornice sia come supporto dell’opera d’arte, sia come espansione simbolica nell’accezione di superficie , contesto, ambiente, limite e superamento dello stesso. La cultura visiva ha da sempre fatto i conti con il concetto di rappresentazione, il suo inquadramento in una finestra, e la sua inevitabile fuga dai confini. L’arte da sempre ha sperimentato varie possibilità di uscita e rientro nell’idea di cornice (fisica, concettuale o metaforica) e oggi questa condizione estetica è sempre più diffusa nella piattaforma tecnologica contemporanea: una continua alternanza tra la presenza e l’assenza di un quadro. L’arte nello spazio urbano può definirsi come pertinente oggetto d’indagine anche per la possibilità di integrare nel dibattito la differenza tra produzioni spontanee e creazioni commissionate da enti e istituzioni. 

Come cambia l’idea di cornice in base allo spazio in cui l’opera d’arte si inscrive? Quali sono le implicazioni interpretative nel caso in cui essa venga progettata per un luogo preciso o che vi sia collocata per ragioni altre? Gli interventi dei relatori invitati guideranno la riflessione presentando casi studio che possano evidenziare le contraddizioni della relazione tra opera e pubblico, della rapporto tra interno ed esterno dell’opera, oltre le frontiere della sua cornice, intesa come spazio vissuto e relazionale.

Download programma

NatureNature 

Museo di Scienze Naturali E.Caffi 

7 Marzo 2017 ore 11.30 inaugurazione 
Dal 8 Marzo al 12 Marzo 2017 ore 9.00/12.30 e 14.30/17.30 
Sabato 10.00/12.30 e 14.30/17.30 

I lavori in mostra sono il frutto dell’incontro tra il Museo di Scienze Naturali E.Caffi e il corso di disegno in Accademia di belle arti G.Carrara. Il Museo di Scienze Naturali è il luogo delle suggestioni, dove l’evidenza del rapporto tra il tempo, la conoscienza, la vita e la forma hanno la loro naturale collocazione, ma l’arte - che vive di questi stessi elementi - può portare in un luogo altro, dove trovano casa gli immaginari e le visioni di un altrove che non da risposte ma pone interrogativi. Il tema proposto verte sul rapporto tra uomo/animale, ragione/istinto e in queste dicotomie gli artisti hanno elaborato soluzioni che dimostrano una fertile capacità di confrontarsi con il luogo e il limite del disegno. L’esposizione comprende esercitazioni realizzate dal vero da soggetti presenti nel museo e una serie di lavori poeticamente e progettualmente più eterogenei

Espongono: Luca Bacis, Giovanni Bonetti, Irene Curti, Giulia Dal Monte, Filippo Fadini, Alessia Fiore, Alice Goisis, Giulia Maffioletti, Luca Rota, Daniela Tasca, Jan Tononi, Matteo Volonterio.
a cura di Francesco Pedrini

Museo di scienze naturali
piazza Cittadella 10, 24129 Bergamo

vaccariInaugurazione: 10 marzo 2017, ore 18.00 
Porta S.Agostino - Bergamo 
Franco Vaccari | Esposizione in tempo reale n.45 

​10 - 19.03.17​ 
Il video Buona Notte, raffigurante il fuoco di un camino mentre si consuma e crepita, è proiettato sovrapposto all’immagine del dipinto di Alessandro Magnasco, Lo scaldatoio della frateria, animando la composizione pittorica. Franco Vaccari ha invitato dieci artisti di Bergamo a creare dei giacigli davanti alla proiezione, dei rifugi in cui riposare e sognare, sviluppati secondo i rispettivi linguaggi e poetiche.
Gli artisti coinvolti sono D. Allieri, C. Benigni, F. Berta, DZT collective, O. Giaconia, D. Maffeis, A. Mastrovito, G. Oberti, F. Pedrini, M. Tassi.

11 marzo 2017, ore 16​.00​
Cinema S. Marco - Bergamo
Franco Vaccari | O​pere V​ideo

L'artista presenta una selezione delle sue opere video, ripercorrendo oltre quarant'anni di ricerca e sperimentazione che hanno contraddistinto la sua carriera. 
L'appuntamento sarà preceduto da un incontro con il pubblico. 

glis glisglis glis
Laura Baffi - Gaia Boni 

Inaugurazione: martedì 28 febbraio 2017 – ore 18.00 
Apertura: 2 - 18 marzo 2017
Da giovedì a sabato 16:00-18:30
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo

L’Accademia di belle arti G. Carrara è lieta di presentare glis glis, progetto espositivo di Laura Baffi e Gaia Boni, studentesse iscritte al secondo anno del corso di Pittura – Arti visive. glis glis è il primo dei progetti ospitati negli spazi di Giacomo che sono stati selezionati tramite bando rivolto a studenti e diplomati dell’Accademia.

glis glis è un racconto che narra la vicenda di un piccolo animale solitario svegliato dal letargo.

La mostra si presenta come una doppia personale, un incontro tra differenti metodologie di lavoro accomunate da un’analoga fascinazione per soggetti intimi e rivelatori.
La proposta narrativa di Laura Baffi vede come protagonista l'oggetto. Attraverso il medium fotografico il materiale di lavoro trovato in un laboratorio d’intarsio acquisisce nuovo valore: estraniato dal suo impiego, l’oggetto ambisce a divenire soggetto.
Durante l'inaugurazione si insinua e circola fra gli spettatori una piccola e segreta presenza scultorea. Una performance minima che gioca fra il visibile e l’invisibile, fra il mettersi in mostra e il nascondersi.
La ricerca di Gaia Boni si incentra sull’azione del ricordare e sugli elementi che la alimentano. L'opera è un sentiero, un ambiente, un luogo. La presenza naturale del muschio traccia nello spazio espositivo un corridoio di memorie. Un percorso di immagini ci porta a una piccola tana profumata con essenza d'abete, in cui l'artista invita a far propria l'intima esperienza del ricordo.

cresci autoritratto cover sito 0GAMeC presenta 
la prima grande antologica dedicata al lavoro fotografico di Mario Cresci 
MARIO CRESCI. LA FOTOGRAFIA DEL NO, 1964-2016 
Gamec - Bergamo 
10 febbraio - 17 aprile 2017
 
La mostra attraversa la produzione di Cresci (Chiavari, 1942), dalle prime sperimentazioni sulle geometrie alle indagini di carattere antropologico sulla cultura lucana della fine degli anni Sessanta, ai progetti dedicati alla ricerca della scrittura fotografica e all’equivocità della percezione, in un percorso espositivo articolato in dodici sezioni che offre una panoramica completa della poetica dell’artista, evidenziandone l’attualità della ricerca nel contesto delle tendenze artistiche contemporanee.