Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

n. 18 / a.a. 2017-18: CORSO DI FENOMENOLOGIA DELLE... Read more

n. 17 / a.a. 2017-18: CORSO DI REGIA - DOCENTE FRA... Read more

n.03/aa 17-18: INSEGNAMENTI MUTUATI DALL'UNIVERSIT... Read more

Eventi e progetti

manzoniAccademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso 
c/o GIACOMO 
presentano

SINGOLARE
Mostra della II edizione del progetto Artist-in-residence Kilometro Rosso
Espongono: Sara Benaglia, Giusy La Licata, Lorenzo Lunghi, Marco Manzoni, Federico Orlando, Francesca Santambrogio.

Inaugurazione: giovedì 4 maggio 2017 – ore 18.00
Apertura: 5 - 13 maggio 2017
Da giovedì a sabato 16:00-18:30
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo
 
Progetto promosso da Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso.
In collaborazione con i partner: Brembo, Intellimech, Istituto Mario Negri, Laboratorio di Meccatronica – Università degli Studi di Bergamo, Petroceramics, Umania.
Con il sostegno di UBI Banca Popolare di Bergamo.

Dopo essere stata presentata al Kilometro Rosso nell’ambito di Bergamoscienza 2016, la mostra finale della II edizione del progetto Artist-in-residence Kilometro Rosso arriva a Bergamo negli spazi di GIACOMO. Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso hanno scelto un diverso allestimento per offrire a un pubblico più allargato le opere di sei degli artisti che sono stati in residenza – da febbraio a giugno 2016 - presso altrettanti centri di ricerca scientifica e tecnologica, che hanno sede presso Kilometro Rosso.
 
Singolare apre da GIACOMO con le opere di Sara Benaglia, Giusy La Licata, Lorenzo Lunghi, Marco Manzoni, Federico Orlando e Francesca Santambrogio, gli artisti che si sono confrontati con le ricerca scientifiche, i saperi, i materiali, le tecnologie, che costituiscono il know how delle aziende e dei laboratori partner del progetto. Le opere in mostra sono il frutto del dialogo tra la sperimentazione artistica e le scienze biomediche, umane, dei materiali, la meccatronica, l’informatica.
 
In matematica si dice “singolare” qualsiasi ente che si comporta in modo diverso dal normale, presentando eccezioni rispetto a qualche proprietà. Singolare è un punto di discontinuità in contrapposizione al regolare. Il titolo della mostra, Singolare, allude al processo innovativo che nasce dall’incontro tra campi diversi di ricerca, l’arte, la scienza e la tecnologia, trascendendo i paradigmi delle discipline. Contribuire a creare le condizioni affinchè questo avvenga è  l’obiettivo di Artist-in-residence Kilometro Rosso, programma di formazione rivolto ai giovani artisti, promosso da Accademia di belle arti G. Carrara e Kilometro Rosso.
 
LE OPERE 
 
Federico Orlando (in residenza presso Brembo) ha sottoposto tre pinze Brembo ad altrettanti trattamenti, eliminandone la funzione, fino a trasformarle in oggetti scultorei (Makara, piombo fuso, 2016; Aramen, rame anodizzato, 2016; Yurugu, ferro magnetizzato, 2016).
Lorenzo Lunghi (in residenza presso Intellimech) ha sonorizzato un macchinario alla ricerca di una possibile melodia, partendo dai suoi rumori naturali. La registrazione di questa sonorizzazione, assieme a materiali di ricerca, sono diventati una fanzine (Metal Machine Music, pubblicazione cartacea, 2016).
Marco Manzoni (in residenza presso Istituto Mario Negri) ha realizzato una sfera con un terreno usato per la coltivazione cellulare in microbiologia, su cui ha inoculato dei microrganismi: il complesso di muffe che ne risulta si trasforma in un campo di lotta tra forze (Champs Elysée, agar agar, fibroblasti, meteorite, 2016).
Francesca Santambrogio (in residenza presso Laboratorio di Meccatronica - Università degli Studi di Bergamo) ha sfruttato i software di progettazione ingegneristica per creare un video d’animazione dove alcuni meccanismi virtuali fanno mostra di sé sui ritmi e le parole di un brano che ne descrive la seduzione, il potere, la natura, il mistero (Passo – passo, video, 15’, 2016).
Il video di Sara Benaglia (in residenza presso Petroceramics) è l’astrazione di un luogo di ricerca industriale e tecnologica in una prospettiva spaziale e estetica, incentrato sulla geometria esagonale che accomuna strutture e fenomeni differenti (Voleva essere infinito, video, 8’ 32’’, 2016).
La struttura di Giusy La Licata (in residenza presso Umania) si compone di parti che rendono visibili discorsi e processi pertinenti all’organizzazione aziendale interna a Umania, altrimenti sfuggenti (Macchina utensile speciale e combinata (cellule architettoniche d'avvicinamento), installazione di libri e legno, plexiglass, carta, tela, tessuto, cartone, vetro, plastilina, acciaio, 2016).

loghi singolare 2

Download CS