Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

n. 56 / a.a. 16-17: LEZIONE DI STORIA E METODOLOGI... Read more

n. 55 a.a. 2016/17: LINGUAGGI E TECNICHE DELL'AUDI... Read more

n. 54 a.a. 2016/17: LEZIONI DI TEORIA DELLA PERCEZ... Read more

n.17/aa 16-17: INSEGNAMENTI MUTUATI DALL'UNIVERSIT... Read more

CheFareIncontro con Bertram Niessen, Che Fare

Mercoledì 3 Maggio 2017
Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo
Ore 11.30 – 13.00 e 14.00 – 17.00

Corso di Sistemi Editoriali per l’Arte, docente Marco Mancuso
Al pomeriggio, laboratorio di web publishing con Andrea Cagnini

Prosegue il ciclo di talk e laboratori nell'ambito del corso di Sistemi Editoriali per l'Arte, condotto da Marco Mancuso. Mercoledì 3 Maggio 2017, dalle 11.30 alle 13.00, è in programma l’incontro con Bertram Niessen, direttore scientifico di cheFare, bando, piattaforma e progetto di trasformazione culturale (http://www.che-fare.com/)

the river jIncontro con Nanni Fontana, The River Journal 

Mercoledì 26 Aprile 2017
Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo
Ore 11.30 – 13.00 e 14.00 – 17.00

Corso di Sistemi Editoriali per l’Arte, docente Marco Mancuso
Al pomeriggio, laboratorio di web publishing con Andrea Cagnini

Prosegue il ciclo di talk e laboratori nell'ambito del corso di Sistemi Editoriali per l'Arte, condotto da Marco Mancuso. Mercoledì 12 Aprile 2016, dalle 11.30 alle 13.00, è in programma l’incontro con Nanni Fontana, fotografo freelance e co-autore del progetto The River Journal (http://www.theriverjournalproject.com/)

Un’occasione unica, aperta a tutti gli studenti di tutte le scuole e gli anni dell’Accademia Carrara di Bergamo, nell’ambito del primo corso accademico in Italia che si occupa dei sistemi editoriali multimediali a cavallo tra carta e digitale, tramite un percorso di conoscenza con i principali protagonisti della scena artistica, culturale ed editoriale indipendente del nostro paese.

black mask tableau vivant 1Teoria e pratica dell'autodifesa digitale
Incontro con il gruppo Ippolita

Mercoledì 26 Aprile 2017
Aula 2/3, ore 14.00-16.30

Nell'ambito del corso di Fenomenologia dei media
Docente: Claudia D'Alonzo

Aperto a tutti gli studenti e a pubblico esterno

Lo scopo del seminario è stimolare una riflessione critica sui servizi web gratuiti presso un pubblico di utenti medi della rete. L’obiettivo è di condurre i partecipanti ad una ricognizione degli elementi minimi che ne compongono il complesso tecnico e culturale per migliorare la nostra relazione con il mondo digitale.
Le discipline utilizzate variano dalla teoria della comunicazione all’antropologia, dalla filosofia all’informatica. Si affronteranno le basi teoriche di alcuni tra i temi più caldi della critica della rete:
- Il Profiling | Pubblicità mirata e reificazione dell'utente; Economia delle identità; Dal profiling criminale al profiling digitale; Tecniche di profiling.

DioramaIncontro con Zoe De Luca, Diorama magazine

Mercoledì 12 Aprile 2017
Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo
Ore 10.00 – 13.00 e 14.00 – 17.00

Corso di Sistemi Editoriali per l’Arte, docente Marco Mancuso
Al pomeriggio, laboratorio di web publishing con Andrea Cognini

Prosegue il ciclo di talk e laboratori nell'ambito del corso di Sistemi Editoriali per l'Arte, condotto da Marco Mancuso. Mercoledì 12 Aprile 2016, dalle 11.30 alle 13.00, è in programma l’incontro con Zoe De Luca, co-fondatrice e capo redattore del progetto Diorama, rivista indipendente, bilingue, monotematica, online e offline, di arte contemporanea (http://www.dioramamag.com/)

Daniel Gonzalez Paper Building 2016 014 ph Carol Merelloincontro con Daniel Gonzalez 

Lunedì 8 Maggio 2017 ore 14.00
Nell'ambito del corso di Fenomenologia dell arti contemporanee, docente Claudio Musso
Incontro aperto a tutti

Daniel González è nato in Argentina nel 1963, vive e lavora tra New York e Verona. Il suo lavoro nasce dalla ricerca sul rito della celebrazione e lo sconfinamento tra categorie; si declina in progetti pubblici chiamati “architetture effimere” ispirate alle macchine barocche del Bernini, banner-painting e sculture flower pot in paillettes cucite a mano e pezzi unici indossabili presentati in performance ad alto impatto, all'interno del progetto di arte-applicata-alla-moda dal titolo "Daniel González D.G. Clothes Project". González crea mondi deliranti, pieni di energia, spazi di libertà dove le convenzioni esistenti collassano. 

Premiata Ditta Linea (in) finitaIncontro con Premiata Ditta avanti e indietro nel futuro. Prima e oltre UnDo.Net

Martedì, 11 aprile 2017, ore 15-17 
Accademia di Belle Arti Belle Arti G. Carrara di Bergamo 
Nell’ambito del Corso di Storia e metodologia della Critica d'Arte B, docente Francesca Comisso
Incontro aperto a tutti

Una conferenza performativa di Premiata Ditta (Anna Stuart Tovini e Vincenzo Chiarandà), ideata appositamente per l'incontro di martedì 11 aprile all'Accademia Carrara di Belle Arti,  propone un'inedita lettura dell'arte degli ultimi trent'anni, tra scena nazionale e internazionale, intorno ad alcuni temi chiave quali la complessità, la relazione, l'interazione e la partecipazione. 

Un leggio, delle immagini e un racconto con il quale Premiata Ditta mette in gioco la pluralità di voci e contributi che caratterizza i suoi progetti, condensata nei nomi che scorrono nel lungo rotolo di Linea (in)finita e rispecchiata in una posizione che ha scelto da subito la mobilità dei ruoli alla dimensione cristallizzata e normativa della professione: “non siamo editori, non siamo web agency, non siamo giornalisti, non siamo artisti riconoscibili – spiega Vincenzo Chiarandà - e questa dimensione di 'non essere' è quella che ci permette costantemente di ridefinire uno spazio d’azione”.

rumore neroIncontro con Paolo Bazzana, Rumore Nero

Mercoledì 4 Aprile 2017
Accademia belle arti G. Carrara di Bergamo
Ore 11.30 – 13.00 e 14.00 – 17.00

Corso di Sistemi Editoriali per l’Arte, docente Marco Mancuso
Al pomeriggio, laboratorio di digital publishing con Camillo Frigeni

Inizia il ciclo di talk e laboratori nell'ambito del corso di Sistemi Editoriali per l'Arte, condotto da Marco Mancuso. Mercoledì 4 Aprile 2017, dalle 11.30 alle 13.00, è in programma l’incontro con Paolo Bazzana, fondatore del progetto Rumore Nero (http://rumorenero.tumblr.com/

Lorenzo LattanziConferenza di Lorenzo Lattanzi
Johann Joachim Winckelmann, profeta del neoclassicismo: un mito da sfatare?

a cura di Michele Bertolini

nell’ambito del corso di Storia della critica d'arte

10 aprile, ore 15.00 - 17.30
c/o Spazio Parola Immagine, presso GAMeC, via San Tomaso, 53, Bergamo.

Ingresso gratuito. Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Gli studenti iscritti al Corso di Critica d’arte A del Prof. Bertolini sono tenuti alla presenza, come da attività curricolare.

F Zanotincontro con Francesco Zanot 

Martedì 4 Aprile 2017 ore 14.00 
Nell'ambito dei corsi di Fotografia prof. Luca Andreoni e Roberto Marossi 
Incontro aperto a tutti

Tutt’altro che stabile e permanente, la fotografia muta di continuo. Cambia la sua grammatica, mutano forme e contenuti, si modifica progressivamente il mezzo stesso. Dispositivo che trattiene per sempre il presente, immortalandone una porzione, la fotografia si rinnova costantemente inseguendo il futuro. In questo incontro, a partire dalle tipicità di questo linguaggio, si approfondiranno le ultime traiettorie della fotografia, sia dal punto di vista teorico, sia osservando i lavori di autori contemporanei.

Curatore di CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, Torino, Francesco Zanot ha lavorato a mostre e pubblicazioni con alcuni dei maggiori fotografi italiani e internazionali. Ha curato libri monografici di artisti come Mark Cohen, Guido Guidi, Olivo Barbieri, Takashi Homma, Linda Fregni Nagler, Boris Mikhailov, Luca Andreoni, Francesco Jodice e molti altri ancora. Tra le sue ultime pubblicazioni figurano antologie sul lavoro di Luigi Ghirri (The Complete Essays, Mack, Londra), Alec Soth (Ping Pong Conversations, Contrasto, Roma) ed Erik Kessels (The Many Lives of Erik Kessels, Aperture, New York). 

Course Leader del Master in Photography and Visual Design di NABA, ha inoltre partecipato come relatore a conferenze e seminari sulla teoria e la storia della fotografia presso numerose istituzioni accademiche, fra cui la Columbia University di New York, l'ECAL di Losanna e lo IUAV di Venezia. 

È associate editor di Fantom, piattaforma curatoriale con sede a Milano, e curatore dell'esposizione Give Me Yesterday, con cui Fondazione Prada ha inaugurato nel 2016 a Milano lo spazio Osservatorio dedicato alla fotografia.

Penone Rovesciare i propri occhi 1970 1Incontro con Francesco Frillici 

Martedì 28 marzo 2017, ore 10.00 
Nell’ambito degli insegnamenti di Fotografia di Luca Andreoni e Roberto Marossi 
Incontro aperto a tutti

L'identità fotografica dell'arte

Storie, ricerche e idee negli anni sessanta e settanta

A cavallo fra gli anni sessanta e settanta del XX secolo la fotografia completa la formazione di quell' identità "concettuale" che, in modi e gradi differenti, si era cominciata ad affermare fin dal tempo delle avanguardie storiche. Con la differenza che se all'inizio del secolo certi processi e certe azioni erano rimasti confinati nelle circoscritte ricerche di una élite, negli anni in questione vanno a estendersi, con la forza della diffusione tecnologica, su vasta scala, arrivando a normalizzarsi e a produrre effetti e ripercussioni su tutti i campi del sapere e del vivere umano. 

leviathanincontro con Sergio Giusti 

Martedì 14 Marzo 2017 ore 10.00 
Nell'ambito dei corsi di Fotografia prof. Luca Andreoni e Roberto Marossi 
Incontro aperto a tutti

La fotografia nell’epoca dell’impero del codice

Nell’epoca in cui la codificazione, gli algoritmi, le simulazioni, le mediazioni diventano sempre di più parte integrante del nostro quotidiano, quale ruolo affidare alla fotografia? Se questo medium ci indica sempre qualcosa, mostrandocela, per così dire, col suo dito indice, forse oggi il suo modo di parlarci della nostra realtà deve essere quello di indicarci il codice che la permea.

Sergio Giusti è studioso e docente di linguaggio fotografico e teoria dell’immagine. Si interessa particolarmente alla teoria del fotografico, alla fotografia come forma artistica contemporanea e alle sue contaminazioni con gli altri linguaggi visivi. Insegna al cfp Bauer e alla facoltà del Design del Politecnico di Milano.Tra le sue pubblicazioni, La caverna chiara. Fotografia e campo immaginario ai tempi della tecnologia digitale, Lupetti 2005; La terza pillola. L’incontro col reale nel fotografico contemporaneo, in Biblioteca Teatrale, Bulzoni, 2007; Il gesto e la traccia. Interazioni a posa lunga, Postmedia Books, 2015

Giacomo Abbruzzese Stella Maris Shootingincontro con il regista Giacomo Abbruzzese
 
Venerdì 10 Marzo 2017 ore 10.00
Nell'ambito del corso di Linguaggi e tecniche dell'audiovisivo 1 prof. Alessandro Mancassola
Incontro aperto a tutti
 
In occasione dell'imminente partecipazione a Bergamo Film Meeting in cui presenterà in anteprima il documentario Fame, incontriamo Giacomo Abbruzzese per farci raccontare più da vicino la sua poetica.
 
 
GIACOMO ABBRUZZESE // BIOFILMOGRAFIA
 
Nato a Taranto nel 1983. I suoi cortometraggi sono stati selezionati e premiati in numerosi festival internazionali, tra cui Oberhausen, Viennale, Clermont-Ferrand, Tampere, Indielisboa, Winterthur, Premiers Plans d'Angers, Torino. Proiettati alla Cinémathèque a Parigi, sono stati trasmessi dalle televisioni di diversi Paesi (France3, Canal Plus, Sky Art, SVT, Pacific Voice). Prepara attualmente il suo primo lungometraggio, Disco Boy, selezionato dal Festival di Cannes per la residenza di scrittura della Cinéfondation e premiato da Arte al Festival des Arcs come miglior film europeo in sviluppo.
Filmografia: Stella Maris (27min, 2014), This is the way (27min, 2013), Fireworks (21min, 2011),
Archipel (23min, 2010)

Liosi BG SDBetween Broadcast 

Workshop con Marianna Liosi  
Giovedì 23 Febbraio 2017 
Nell'ambito del corso di Sound design, docente Riccardo Benassi  
Incontro aperto a tutti gli studenti, c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bg

Between Broadcast è un progetto iniziato nel 2016, sviluppato da Marianna Liosi in collaborazione con lo spazio Between Bridges di Berlino, che intende riflettere sulla relazione tra YouTube, in quanto archivio digitale di video, l’attivismo dell’osservatore e il processo di costruzione delle memorie storiche.

Attraverso il workshop verranno affrontate una serie di questioni sul valore sociale, politico e storico dei video conservati, disseminati e condivisi da anonimi filmmakers amatori sulla piattaforma online. Si indagherà la relazione empatica con immagini e suoni stabilita dall’osservatore-fruitore, il coinvolgimento dello spettatore attraverso la mediazione dello schermo, l’atto del ricordare come una ulteriore forma di condivisione, conservazione e circolazione delle immagini.

(portate con voi il vostro laptop)

seconda edizionegiovani artiszti aziende2Giovani Artisti incontrano Giovani Aziende
III edizione

Seminario Condotto da Alberto Nacci / ajpstudios 

Incontri: 
marzo : 16, 23, 30, aprile: 6, 13, 20, 27, maggio: 4, 11, 18, 25 - 2017
Gli studenti saranno divisi in 2 gruppi, ciascun gruppo parteciperà soltanto ad alcuni incontri delle date sopra indicate. Il primo incontro è destinato a tutti i partecipanti, in esso verranno concordate le date degli incontri di ogni gruppo.

Ammissione: studenti del I, II e III anno di Pittura e di Nuove tecnologie fino a un massimo di 10 iscritti.
Cfa: 2
Iscrizioni: dal 27 al 15 Marzo 2017 in Biblioteca.

Promosso da Accademia di Belle Arti G. Carrara e ajpstudios.
Il progetto stARTup! è un laboratorio rivolto agli studenti dell’Accademia di Belle Arti G. Carrara, che dà l’opportunità di entrare in contatto con aziende in fase di startup che hanno sede al POINT di Dalmine, con l’obiettivo di raccontarle attraverso l’utilizzo del linguaggio audiovisivo. Giovani artisti incontrano giovani aziende. Ideato con uno scopo formativo, il progetto offre agli studenti l'occasione di esercitare capacità creative a confronto con una diversa committenza, producendo lavori video al servizio dell'impresa. Sostenere l’incontro tra arte, scienza e industria, oggi più che mai è una priorità per l'Accademia. Se la collaborazione amplia il progetto didattico dell'Accademia, al contempo le aziende hanno l'opportunità di usufruire di prodotti di comunicazione ad alto contenuto creativo.

Aderiscono al progetto le aziende IOTTY e PRADELLA ospiti dell’Incubatore di Impresa di Bergamo Sviluppo presso il POINT di Dalmine (BG)..

IoTty, la fabbrica per l’Internet delle Cose
IoTty nasce con l’obiettivo di realizzare dispositivi digitali che oggi vanno sotto il nome di IoT e che vedono coinvolti alcuni settori e precisamente:
- Smart Living: soluzioni per migliorare la vita quotidiana. Settori di sviluppo: valorizzazione del Patrimonio Culturale e del Territorio, strumenti e tecnologie per le varie forme di disabilità, domotica. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, E015, Augmented Reality, Virtual Reality, Goletta Lilla.
- Innovation Retail: soluzioni per favorire la ripresa economica e per ridare un significato sociale ai luoghi del Retail. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, E015, Social Shopping Communities, Engagement, Loyalty, Digital Scent 2.0, Augmented Reality.
- Industry 4.0: soluzioni in linea con il nuovo Piano Nazionale Industria 4.0. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, Digital Scent 2.0, Augmented Reality. In particolare saranno inizialmente sviluppate soluzioni nell’ambito della manutenzione industriale e dell’impiantistica industriale e civile.

Pradella Sistemi nasce dalla fusione di due attività individuali di due fratelli, comincia a proporsi sui mercati di Bergamo e Livorno con siti e servizi grafici per piccole realtà e consulenze nel campo delle telecomunicazioni, si realizzano diversi progetti di revamping infrastrutturale su reti aziendali, si presta servizio di assistenza ad alcune ditte e supporto tecnico in fase di trattativa sulle connettività in fibra, rdsl, adsl, hdsl. Da un idea nasce il progetto PILA, i primi disegni, i prototipi le installazioni e tramite gli importantissimi feedback degli utilizzatori le prime implementazioni di servizi utili quali HotSpot WiFi, Ripetizione di segnali telefonici 3G, Teche Per Defibrillatori automatici esterni. Dall'approccio con i DAE è nato il progetto TECATECH, speciali teche per defibrillatori in grado di mantenere conservato e protetto il defibrillatore, il brevetto, il prototipo e la partecipazione al programma di incubazione presso il polo tecnologico dell'innovazione della provincia di Bergamo. I prossimi progetti vedranno implementare alle nostre ormai collaudate colonnine PILA anche la ricarica per le biciclette a pedalata assistita dove partnership con aziende importanti del settore renderà possibile il proporci in cordata agli enti pubblici per la copertura delle sempre più capillari piste ciclabili.

Il POINT è un sistema di organizzazioni (industriali, scientifiche, tecnologiche, universitarie e di servizi alle imprese) nato per favorire lo sviluppo economico e socio-culturale del territorio. Funge da elemento di raccordo tra il sistema delle imprese da un lato e il mondo della ricerca dall’altro. Nel POINT trovano spazio aziende, laboratori e centri di ricerca operanti in settori innovativi (chimica, geologia, scienza dei materiali, progettazione, ICT, ecc.). Bergamo Sviluppo realizza negli spazi del POINT attività di animazione tecnologica mediante l'offerta di servizi specializzati rivolti a imprese ed enti, così da generare condizioni favorevoli per la diffusione, lo sviluppo e il radicamento sul territorio della “propensione all’innovazione”. Il collocamento al Point di una delle due sedi di Bergamo Sviluppo si è rivelato strategico non solo per la struttura e per la sua nuova mission allargata, ma soprattutto per le aziende che possono così sfruttare le sinergie che si innescano in luoghi ad elevata concentrazione di know-how. Il Point ha collegamenti diretti con altri Parchi Scientifici e Tecnologici italiani e mondiali, con Università italiane e straniere, con Centri di Ricerca e con i principali Enti Pubblici di riferimento. www.servitec.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Bergamo Sviluppo (BGS) è l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo. Opera in 4 aree di attività: creazione, sviluppo d'impresa e internazionalizzazione; innovazione e trasferimento tecnologico; formazione; orientamento. Mission dell’azienda è contribuire allo sviluppo del tessuto economico locale, attraverso progetti e servizi rivolti in particolare alle imprese, realizzati grazie alla partnership avviata non solo con le 14 Organizzazioni di categoria del territorio, ma anche con enti e istituzioni locali, regionali e nazionali (Università di Bergamo, Parco Scientifico Galileo di Padova, Ministero dello Sviluppo Economico). Per favorire la diffusione dell’innovazione e delle idee, nel 2012 si è insediata con una propria sede anche all'interno del Polo per l'Innovazione Tecnologica (POINT) di Dalmine creando luoghi e servizi di condivisione delle conoscenze (Incubatore d’Impresa, sportello MaTech Point sui nuovi materiali) ed ha partecipato alla creazione dei distretti di alta tecnologia (cluster) regionali.
www.bergamosviluppo.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per favorire la creazione d'impresa soprattutto da parte di giovani, Bergamo Sviluppo ha avviato, nel 2001, il progetto Incubatore d'Impresa, struttura che mette a disposizione di aspiranti e nuovi imprenditori spazi attrezzati e un sistema di servizi di consulenza e assistenza personalizzati per supportare la progettazione dell'idea imprenditoriale. L'Incubatore è localizzato, dal 2014, nella sede di Bergamo Sviluppo interna al POINT di Dalmine con due sezioni attive una destinata a supportare iniziative a carattere innovativo nel settore terziario l’altra dedicata invece a sostenere iniziative del manifatturiero.
www.incubatore.bergamo.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ajpstudios nasce nel 1996 per iniziativa di Alberto Nacci (musicista e regista) che dopo una lunga carriera di jazzista si é specializzato nella produzione di filmati industriali, documentari di arte e cultura e opere di videoarte. Ha la sede operativa all’interno del POINT di Dalmine. I suoi lavori sono stati selezionate in alcuni fra i più importanti festival del cinema e della videoarte in Europa, Stati Uniti e Asia.
Ha realizzato numerose opere video per industrie operanti in ambiti produttivi diversi: metallurgico, meccanico, alimentare, abbigliamento sportivo, costruzioni, trasporti, editoria... oltre che documentari in collaborazione con importanti esponenti dell'arte e della cultura in Italia e all'estero.

ajpstudios ha due sezioni produttive che interagiscono nella realizzazione di filmati "real- virtual": studio di produzione e post-produzione audio/video/fotografico con sala di posa attrezzata (direttore Alberto Nacci) studio di animazione, modellazione 3D e design di prodotto (direttore Massimiliano Bova)
www.ajp.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Progetto ideato da Alberto Nacci e Agustin Sanchez

cristina seresiniSeminario After Effects 

tenuto da Cristina Seresini - Animation director 

Il seminario ha lo scopo di offrire una formazione di base per l'utilizzo del software di motion graphic "AdobeAfter Effects"

Date:

4 ore -  Martedì 28/02/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)
6 ore -  Lunedì 06/03/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)
6 ore -  Martedì 07/03/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)

Ammissione: il seminario è rivolto agli studenti del II e III anno di Nuove tecnologie e a tutti gli studenti iscritti a Regia e a Video II. 
Il seminario è propedeutico a Regia.
Frequenza: obbligatoria 
Cfa: seminario After Effects = 0,50

Iscrizione presso la biblioteca: Fino al 26/02/2017

www.cristinaseresini.com