Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

CHIUSURA ESTIVA ACCADEMIA L'ACCADEMIA DI BELLE AR... Read more

leviathanincontro con Sergio Giusti 

Martedì 14 Marzo 2017 ore 10.00 
Nell'ambito dei corsi di Fotografia prof. Luca Andreoni e Roberto Marossi 
Incontro aperto a tutti

La fotografia nell’epoca dell’impero del codice

Nell’epoca in cui la codificazione, gli algoritmi, le simulazioni, le mediazioni diventano sempre di più parte integrante del nostro quotidiano, quale ruolo affidare alla fotografia? Se questo medium ci indica sempre qualcosa, mostrandocela, per così dire, col suo dito indice, forse oggi il suo modo di parlarci della nostra realtà deve essere quello di indicarci il codice che la permea.

Sergio Giusti è studioso e docente di linguaggio fotografico e teoria dell’immagine. Si interessa particolarmente alla teoria del fotografico, alla fotografia come forma artistica contemporanea e alle sue contaminazioni con gli altri linguaggi visivi. Insegna al cfp Bauer e alla facoltà del Design del Politecnico di Milano.Tra le sue pubblicazioni, La caverna chiara. Fotografia e campo immaginario ai tempi della tecnologia digitale, Lupetti 2005; La terza pillola. L’incontro col reale nel fotografico contemporaneo, in Biblioteca Teatrale, Bulzoni, 2007; Il gesto e la traccia. Interazioni a posa lunga, Postmedia Books, 2015

Giacomo Abbruzzese Stella Maris Shootingincontro con il regista Giacomo Abbruzzese
 
Venerdì 10 Marzo 2017 ore 10.00
Nell'ambito del corso di Linguaggi e tecniche dell'audiovisivo 1 prof. Alessandro Mancassola
Incontro aperto a tutti
 
In occasione dell'imminente partecipazione a Bergamo Film Meeting in cui presenterà in anteprima il documentario Fame, incontriamo Giacomo Abbruzzese per farci raccontare più da vicino la sua poetica.
 
 
GIACOMO ABBRUZZESE // BIOFILMOGRAFIA
 
Nato a Taranto nel 1983. I suoi cortometraggi sono stati selezionati e premiati in numerosi festival internazionali, tra cui Oberhausen, Viennale, Clermont-Ferrand, Tampere, Indielisboa, Winterthur, Premiers Plans d'Angers, Torino. Proiettati alla Cinémathèque a Parigi, sono stati trasmessi dalle televisioni di diversi Paesi (France3, Canal Plus, Sky Art, SVT, Pacific Voice). Prepara attualmente il suo primo lungometraggio, Disco Boy, selezionato dal Festival di Cannes per la residenza di scrittura della Cinéfondation e premiato da Arte al Festival des Arcs come miglior film europeo in sviluppo.
Filmografia: Stella Maris (27min, 2014), This is the way (27min, 2013), Fireworks (21min, 2011),
Archipel (23min, 2010)

Liosi BG SDBetween Broadcast 

Workshop con Marianna Liosi  
Giovedì 23 Febbraio 2017 
Nell'ambito del corso di Sound design, docente Riccardo Benassi  
Incontro aperto a tutti gli studenti, c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bg

Between Broadcast è un progetto iniziato nel 2016, sviluppato da Marianna Liosi in collaborazione con lo spazio Between Bridges di Berlino, che intende riflettere sulla relazione tra YouTube, in quanto archivio digitale di video, l’attivismo dell’osservatore e il processo di costruzione delle memorie storiche.

Attraverso il workshop verranno affrontate una serie di questioni sul valore sociale, politico e storico dei video conservati, disseminati e condivisi da anonimi filmmakers amatori sulla piattaforma online. Si indagherà la relazione empatica con immagini e suoni stabilita dall’osservatore-fruitore, il coinvolgimento dello spettatore attraverso la mediazione dello schermo, l’atto del ricordare come una ulteriore forma di condivisione, conservazione e circolazione delle immagini.

(portate con voi il vostro laptop)

seconda edizionegiovani artiszti aziende2Giovani Artisti incontrano Giovani Aziende
III edizione

Seminario Condotto da Alberto Nacci / ajpstudios 

Incontri: 
marzo : 16, 23, 30, aprile: 6, 13, 20, 27, maggio: 4, 11, 18, 25 - 2017
Gli studenti saranno divisi in 2 gruppi, ciascun gruppo parteciperà soltanto ad alcuni incontri delle date sopra indicate. Il primo incontro è destinato a tutti i partecipanti, in esso verranno concordate le date degli incontri di ogni gruppo.

Ammissione: studenti del I, II e III anno di Pittura e di Nuove tecnologie fino a un massimo di 10 iscritti.
Cfa: 2
Iscrizioni: dal 27 al 15 Marzo 2017 in Biblioteca.

Promosso da Accademia di Belle Arti G. Carrara e ajpstudios.
Il progetto stARTup! è un laboratorio rivolto agli studenti dell’Accademia di Belle Arti G. Carrara, che dà l’opportunità di entrare in contatto con aziende in fase di startup che hanno sede al POINT di Dalmine, con l’obiettivo di raccontarle attraverso l’utilizzo del linguaggio audiovisivo. Giovani artisti incontrano giovani aziende. Ideato con uno scopo formativo, il progetto offre agli studenti l'occasione di esercitare capacità creative a confronto con una diversa committenza, producendo lavori video al servizio dell'impresa. Sostenere l’incontro tra arte, scienza e industria, oggi più che mai è una priorità per l'Accademia. Se la collaborazione amplia il progetto didattico dell'Accademia, al contempo le aziende hanno l'opportunità di usufruire di prodotti di comunicazione ad alto contenuto creativo.

Aderiscono al progetto le aziende IOTTY e PRADELLA ospiti dell’Incubatore di Impresa di Bergamo Sviluppo presso il POINT di Dalmine (BG)..

IoTty, la fabbrica per l’Internet delle Cose
IoTty nasce con l’obiettivo di realizzare dispositivi digitali che oggi vanno sotto il nome di IoT e che vedono coinvolti alcuni settori e precisamente:
- Smart Living: soluzioni per migliorare la vita quotidiana. Settori di sviluppo: valorizzazione del Patrimonio Culturale e del Territorio, strumenti e tecnologie per le varie forme di disabilità, domotica. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, E015, Augmented Reality, Virtual Reality, Goletta Lilla.
- Innovation Retail: soluzioni per favorire la ripresa economica e per ridare un significato sociale ai luoghi del Retail. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, E015, Social Shopping Communities, Engagement, Loyalty, Digital Scent 2.0, Augmented Reality.
- Industry 4.0: soluzioni in linea con il nuovo Piano Nazionale Industria 4.0. Soluzioni, prodotti e tecnologie abilitanti e strategiche: IoT, Digital Scent 2.0, Augmented Reality. In particolare saranno inizialmente sviluppate soluzioni nell’ambito della manutenzione industriale e dell’impiantistica industriale e civile.

Pradella Sistemi nasce dalla fusione di due attività individuali di due fratelli, comincia a proporsi sui mercati di Bergamo e Livorno con siti e servizi grafici per piccole realtà e consulenze nel campo delle telecomunicazioni, si realizzano diversi progetti di revamping infrastrutturale su reti aziendali, si presta servizio di assistenza ad alcune ditte e supporto tecnico in fase di trattativa sulle connettività in fibra, rdsl, adsl, hdsl. Da un idea nasce il progetto PILA, i primi disegni, i prototipi le installazioni e tramite gli importantissimi feedback degli utilizzatori le prime implementazioni di servizi utili quali HotSpot WiFi, Ripetizione di segnali telefonici 3G, Teche Per Defibrillatori automatici esterni. Dall'approccio con i DAE è nato il progetto TECATECH, speciali teche per defibrillatori in grado di mantenere conservato e protetto il defibrillatore, il brevetto, il prototipo e la partecipazione al programma di incubazione presso il polo tecnologico dell'innovazione della provincia di Bergamo. I prossimi progetti vedranno implementare alle nostre ormai collaudate colonnine PILA anche la ricarica per le biciclette a pedalata assistita dove partnership con aziende importanti del settore renderà possibile il proporci in cordata agli enti pubblici per la copertura delle sempre più capillari piste ciclabili.

Il POINT è un sistema di organizzazioni (industriali, scientifiche, tecnologiche, universitarie e di servizi alle imprese) nato per favorire lo sviluppo economico e socio-culturale del territorio. Funge da elemento di raccordo tra il sistema delle imprese da un lato e il mondo della ricerca dall’altro. Nel POINT trovano spazio aziende, laboratori e centri di ricerca operanti in settori innovativi (chimica, geologia, scienza dei materiali, progettazione, ICT, ecc.). Bergamo Sviluppo realizza negli spazi del POINT attività di animazione tecnologica mediante l'offerta di servizi specializzati rivolti a imprese ed enti, così da generare condizioni favorevoli per la diffusione, lo sviluppo e il radicamento sul territorio della “propensione all’innovazione”. Il collocamento al Point di una delle due sedi di Bergamo Sviluppo si è rivelato strategico non solo per la struttura e per la sua nuova mission allargata, ma soprattutto per le aziende che possono così sfruttare le sinergie che si innescano in luoghi ad elevata concentrazione di know-how. Il Point ha collegamenti diretti con altri Parchi Scientifici e Tecnologici italiani e mondiali, con Università italiane e straniere, con Centri di Ricerca e con i principali Enti Pubblici di riferimento. www.servitec.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Bergamo Sviluppo (BGS) è l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo. Opera in 4 aree di attività: creazione, sviluppo d'impresa e internazionalizzazione; innovazione e trasferimento tecnologico; formazione; orientamento. Mission dell’azienda è contribuire allo sviluppo del tessuto economico locale, attraverso progetti e servizi rivolti in particolare alle imprese, realizzati grazie alla partnership avviata non solo con le 14 Organizzazioni di categoria del territorio, ma anche con enti e istituzioni locali, regionali e nazionali (Università di Bergamo, Parco Scientifico Galileo di Padova, Ministero dello Sviluppo Economico). Per favorire la diffusione dell’innovazione e delle idee, nel 2012 si è insediata con una propria sede anche all'interno del Polo per l'Innovazione Tecnologica (POINT) di Dalmine creando luoghi e servizi di condivisione delle conoscenze (Incubatore d’Impresa, sportello MaTech Point sui nuovi materiali) ed ha partecipato alla creazione dei distretti di alta tecnologia (cluster) regionali.
www.bergamosviluppo.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per favorire la creazione d'impresa soprattutto da parte di giovani, Bergamo Sviluppo ha avviato, nel 2001, il progetto Incubatore d'Impresa, struttura che mette a disposizione di aspiranti e nuovi imprenditori spazi attrezzati e un sistema di servizi di consulenza e assistenza personalizzati per supportare la progettazione dell'idea imprenditoriale. L'Incubatore è localizzato, dal 2014, nella sede di Bergamo Sviluppo interna al POINT di Dalmine con due sezioni attive una destinata a supportare iniziative a carattere innovativo nel settore terziario l’altra dedicata invece a sostenere iniziative del manifatturiero.
www.incubatore.bergamo.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ajpstudios nasce nel 1996 per iniziativa di Alberto Nacci (musicista e regista) che dopo una lunga carriera di jazzista si é specializzato nella produzione di filmati industriali, documentari di arte e cultura e opere di videoarte. Ha la sede operativa all’interno del POINT di Dalmine. I suoi lavori sono stati selezionate in alcuni fra i più importanti festival del cinema e della videoarte in Europa, Stati Uniti e Asia.
Ha realizzato numerose opere video per industrie operanti in ambiti produttivi diversi: metallurgico, meccanico, alimentare, abbigliamento sportivo, costruzioni, trasporti, editoria... oltre che documentari in collaborazione con importanti esponenti dell'arte e della cultura in Italia e all'estero.

ajpstudios ha due sezioni produttive che interagiscono nella realizzazione di filmati "real- virtual": studio di produzione e post-produzione audio/video/fotografico con sala di posa attrezzata (direttore Alberto Nacci) studio di animazione, modellazione 3D e design di prodotto (direttore Massimiliano Bova)
www.ajp.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Progetto ideato da Alberto Nacci e Agustin Sanchez

cristina seresiniSeminario After Effects 

tenuto da Cristina Seresini - Animation director 

Il seminario ha lo scopo di offrire una formazione di base per l'utilizzo del software di motion graphic "AdobeAfter Effects"

Date:

4 ore -  Martedì 28/02/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)
6 ore -  Lunedì 06/03/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)
6 ore -  Martedì 07/03/2017 dalle 10.00 (c/o aula multimediale)

Ammissione: il seminario è rivolto agli studenti del II e III anno di Nuove tecnologie e a tutti gli studenti iscritti a Regia e a Video II. 
Il seminario è propedeutico a Regia.
Frequenza: obbligatoria 
Cfa: seminario After Effects = 0,50

Iscrizione presso la biblioteca: Fino al 26/02/2017

www.cristinaseresini.com

giorgiosancristoforo foto lorenzadaverio2 450pxSeminario n. 1 aa. 2016-17: Giorgio Sancristoforo

Date: venerdì 7, 21, 28 aprile 2017
Orario: 9.30/17.20
Ammissione: studenti del I, II e III anno di Pittura e di Nuove tecnologie fino a un massimo di 20 iscritti. 
Frequenza: obbligatoria per gli iscritti.
Cfa: 1
Iscrizioni: dal 21 marzo al 6 aprile 2017 in Segreteria.

Giorgio Sancristoforo (Milano, 1974) è sound artist e ingegnere del suono. È membro del centro di musica contemporanea AGON di Milano, dove si occupa di musica sperimentale e installazioni. Insegna sintesi del suono e sound design al SAE Institute da 16 anni.
 
Ha pubblicato “TechStuff, manuale video di musica elettronica” (Isbnedizioni, 2007) e “Audioscan Milano, il suono della città” (Postmedia Books, 2010). Ha sviluppato numerose applicazioni per la musica sperimentale, utilizzate da artisti e università in 40 paesi nel mondo fra cui BBC Radio phonic Workshop (UK), CCRMA - Stanford (USA), CENART - Mexico City (MEX), Royal College of Music - Stockholm (SE), Tufts University - Medson (USA), Berklee College - Boston (USA).
Fra i teatri e le istituzioni che hanno ospitato le sue performance e installazioni: Palazzo Reale - Milano, Shanghai Expo 2010, Teatro Valle – Reggio Emilia, Piccolo Teatro Studio - Milano, Teatro Arena del Sole - Bologna, EUR - Roma, Museo della Scienza e della Tecnologia - Milano, Onedotzero (UK), NEMO (France), IDAP (China), IDAP (Japan), Le Cube (France), Lovebytes (UK), Accademia Filarmonia Romana - Roma, Centro Tempo Reale - Firenze, Teatro Out Off - Milano, Centro National de las Artes – San Luis Potosì (Mexico), Rivolì 59 - Paris, IRCAM Centre Pompidou Paris.

Stefano RomanoSeminario n. 2 aa. 2016-17: Stefano Romano 

Date: 29 - 30 - 31 marzo 2017
Orario: 9.30/17.20
Ammissione: studenti del I, II e III anno di Pittura e di Nuove tecnologie fino a un massimo di 20 iscritti.  
Frequenza: obbligatoria per gli iscritti.
Cfa: 1
Iscrizioni: dal 23 gennaio al 8 marzo 2017 in Segreteria.

Stefano Romano lavora attraverso azioni temporanee, performance, installazioni e fotografie, in una dimensione relazionale e di networking, di partecipazione collettiva e mobilitazione estetico-politica, alla ricerca di nuovi modelli di socialità. Come artista, oltre che curatore, rivolge la sua attenzione a un agire estetico che non prescinde dall’urgenza della realtà sociale. Lavora da più di dieci anni in Albania dove ha concepito diversi progetti come artista e curatore, tra cui 1.60insurgent space, focalizzato sullo spazio pubblico. E' stato co-fondatore del  T.I.C.A. - Tirana Institute of Contemporary Art, e nel 2012 ha co-fondato il collettivo DZT (DyZeroTre) e la piattaforma MAPS – Mobile Archive on Public Space - www.the-maps.org/

Download - Concept seminario

Il suo lavoro è stato esposto in mostre e musei nazionali e internazionali, tra cui: Stamp Gallery (College Park, Maryland U.S.A.); Tulla Culture Center (Tirana, Albania); Palazzo della Misericordia all’interno di ArtDate -Dialogo nel tempo (Bergamo, Italia); Palazzo Costanzi (Trieste, Italia); Studio Tommaseo (Trieste, Italia); BACO arte contemporanea (Bergamo, Italia); TICA AIRLab c/o Tirana Ekspress (Tirana, Albania); Artopia Gallery (Milano, Italia); Galleria Bianconi (Milano, Italia); Careof (Milano, Italia); Placentia Arte (Piacenza, Italia); GAMeC area Palestra, (Bergamo, Italia); Galleria Alice & altri lavori in corso (Roma, Italia); 54° Biennale di Venezia – Padiglione delle Accademie di Belle Arti, Arsenale (Venezia, Italia); Macro Future (Roma Italia); GC.AC (Monfalcone, Gorizia, Italia); Neon campo base (Bologna, Italia); Triennale (Milano, Italia); Chelsea Art Museum (New York, USA); The Kosova Art Gallery (Prishtinë, Kosova); Tirana Bienale3 (Tirana, Albania); Museo d’arte Contemporanea di Villa Croce (Genova, Italia); The Yugoslav Biennial of Young Artist, Centre for Contemporary Arts (Vrsac/Belgrade Serbia e Montenegro); Via Farini (Milano, Italia); Boston Cyberarts Festival, Coolidge Corner Theatre (Boston U.S.A.); Centre Culturel Francais de Turin (Torino, Italia).

 

 

modeling design rhinocerosThe art of free form modeling design
Seminario - Modellazione digitale 3D attraverso l’utilizzo di Rhinoceros

a cura di Barbara Ventura

Date:
Martedì 13 dicembre 2016 mattino 4 ore
Giovedì 15 dicembre 2016 mattino 4 ore
Martedì 20 dicembre 2016 mattino 4 ore + pomeriggio 4 ore
Giovedì 12 gennaio 2017, mattino - visita all'azienda Fucina Glebanite 
 
Ammissione: il seminario è rivolto agli studenti del II e III anno dell'Accademia
Iscrizione presso la biblioteca: dal 22/11/2016 al 12/12/2016, Cfa: 0,50

La diffusione di massa dell’uso dei programmi CAD a partire dagli anni ‘80 ha segnato un’importante cambiamento in termini di rapidità d’esecuzione, presentandosi in quegli anni come una veloce ed efficiente alternativa al disegno tecnico tracciato a tecnigrafo. Stesso strumento, molto più veloce e preciso.
Ma le potenzialità che offrono oggi i software di progettazione e modellazione si spingono ben oltre. Tali software, interfacciandosi con tecnologie additive e sottrattive come stampanti 3D, frese e bracci robotici che consentono di fabbricare direttamente elementi o strutture descritti digitalmente, diventano strumenti “diversi”, che rinnovano ed integrano le opportunità di manipolazione della materia. Si espande così lo spettro di possibilità plastiche.

Il seminario THE ART OF FREE FORM MODELING DESIGN si propone di fornire le prime basi concrete per avvicinarsi al mondo della modellazione digitale attraverso l’utilizzo di Rhinoceros*, uno dei più duttili e diffusi modellatori 3D oggi a disposizione di artisti e progettisti. *per partecipare attivamente al seminario il software potrà essere installato ed utilizzato nella versione demo per mac o windows della durata di 90 giorni.

Download Rhinoceros | Download programma