Presentazione

La storia

L’Accademia di belle arti G. Carrara è tra le più antiche accademie d’Italia. La sua origine risale all’anno 1794 quando il conte e collezionista Giacomo Carrara fonda la Scuola di pittura e la Pinacoteca – oggi rispettivamente Accademia di belle arti G. Carrara e Accademia Carrara – come parti integrate di un’unica istituzione, l’Accademia Carrara, che dona alla città di Bergamo nel 1796 con il suo lascito testamentario.

Gestita dal Comune di Bergamo dal 1958 e legalmente riconosciuta dal 1988, l’Accademia di Belle Arti G. Carrara è una istituzione pubblica di alta formazione artistica e fa parte del sistema AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica) del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Il presente

Oggi l’Accademia raccoglie la ricca eredità del passato e la coniuga a una volontà innovativa che si propone di cogliere le profonde trasformazioni della cultura visuale contemporanea.

I corsi di diploma dell’Accademia – in Pittura e in Nuove tecnologie per l’arte – condividono l’impostazione sperimentale, progettuale e cross-disciplinare del progetto formativo. L’obiettivo è sviluppare negli studenti l’attitudine alla sperimentazione, le capacità critico-teoriche e le competenze per affrontare la pluralità dei media e dei linguaggi che qualificano la ricerca creativa attuale. Gli studenti sono chiamati a dialogare con differenti ambiti culturali, sociali ed economici, per situare la propria ricerca al centro di una rete di stimoli e di istanze culturali.

L’attenzione allo sviluppo del percorso personale di ogni studente è il focus del progetto formativo. Le dimensioni contenute dell’Accademia favoriscono uno stretto e quotidiano dialogo tra gli studenti e i docenti che è alla base della crescita dell’istituzione e dei suoi programmi.

Centocinquanta studenti, trentadue docenti, tre assistenti, due tutor: sono i numeri in totale.

Artisti, critici d’arte e professionisti sono i docenti dell’Accademia, attivi a livello nazionale e internazionale. La loro ricerca artistica e teorica dà linfa ai programmi di studio. Procedure di valutazione continua del corpo docenti e dell’istituzione assicurano la cura della qualità dell’insegnamento e la capacità di aggiornamento costante dell’Accademia.

L’Accademia coopera con istituzioni pubbliche e private del territorio e a livello nazionale e internazionale. La Convenzione con l’Università degli Studi di Bergamo, attiva dal 2002, riguarda la reciproca mutuazione di insegnamenti e la collaborazione culturale.

Il legame storico con l’Accademia Carrara e con la GAMeC – Galleria d’arte moderna e contemporanea, nata nel 1991, dà vita a Bergamo a un polo nazionale della cultura artistica, che si estende dall’antichità alla contemporaneità.

Con lo scopo di agevolare le scelte professionali, l’Accademia promuove i tirocini formativi, ad esempio presso aziende, studi fotografici e di comunicazione, laboratori di produzione video, studi d’artista, gallerie d’arte, musei, archivi.

Nel 2016, grazie a Comune di Bergamo e a Bergamo Infrastrutture, l’Accademia ha aperto Giacomo: un nuovo luogo di sperimentazione di attività didattiche e culturali, articolato in più spazi in stretto dialogo con la città, omaggio affettivo nel nome al fondatore dell’istituzione.