Informativa
Gentile Utente, questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Avvisi

Prev Next

n.17/aa 16-17: INSEGNAMENTI MUTUATI DALL'UNIVERSIT... Read more

Studenti lavoratori

  1. Per ogni anno accademico di iscrizione, uno studente è considerato lavoratore se:
    • ha un contratto a tempo indeterminato per almeno 18 ore settimanali
    • ha un contratto di durata di almeno 3 mesi per almeno 18 ore la settimana nel periodo compreso tra il 15 ottobre e il 15 giugno
    • è titolare di partita IVA
  2. Per ogni anno accademico di iscrizione, l'eventuale condizione di studente lavoratore va documentata con precisione. Copia del contratto o dell’iscrizione alla CCIAA (se partita IVA) va consegnata all’inizio dell’anno accademico al momento dell’iscrizione o, se il contratto viene stipulato in seguito, entro 2 settimane dal verificarsi della condizione di studente lavoratore.
  3. Per ciascun anno accademico di iscrizione, gli studenti lavoratori (che soddisfano i requisiti specificati nel § 1) hanno diritto
    • all’esonero totale della frequenza per le materie teoriche
    • per i corsi teorico-laboratoriali sono tenuti alla frequenza di almeno 1/3 delle lezioni. Per questi corsi quindi l’ammissione all’esame non è automatica
  4. In mancanza dei requisiti specificati nel § 1 lo studente NON è considerato studente lavoratore, quindi per essere ammesso all’esame di un corso è tenuto alla frequenza di almeno il 75% (3/4) delle lezioni di quel corso. Al requisito della frequenza per l’ammissione all’esame è ammessa la deroga descritta nei § 5
  5. Gli studenti con contratto di almeno 3 mesi ma meno di 18 ore settimanali, cui pertanto non può essere riconosciuta la condizione di studente lavoratore,  possono sottoporre alla Segreteria la richiesta di esonero dalla frequenza di alcuni specifici corsi che, per motivi di lavoro, non possono frequentare. In questo caso devono presentare copia del contratto di lavoro e una dichiarazione del datore di lavoro che attesti i giorni e gli orari di servizio. In seguito si accorderanno con i docenti di quei corsi per concordare il programma e le modalità d’esame. 
  6. Per l’ammissione all’esame l’ultima parola è comunque dei docenti i quali hanno facoltà di considerare le presenze con una certa flessibilità e ammettere anche studenti che non hanno raggiunto il minimo richiesto, se ritengono che questi abbiano comunque seguito il corso e se il numero delle presenze non si discosta troppo dal minimo richiesto.

Per tutto ciò che concerne gli studenti lavoratori la referente è Rita Zippone (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )
La richiesta di riconoscimento della condizione di studente lavoratore va presentata in Segreteria tramite apposito modulo scaricabile alla pagina segreteria/downlaod moduli