AIAL

Mostra di Gaia Boni

Apertura: 19 – 24 ottobre 2020 ore 15.30 – 19.00
c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo

L’Accademia di belle arti G. Carrara è lieta di presentare AIAL di Gaia Boni, un progetto selezionato tramite bando rivolto a studenti e diplomati dell’Accademia.

Il bosco ingloba da secoli la polisemia della parola “Aial”, termine dialettale di una piccola comunità di montagna in Trentino.
Il termine “Aial” indica le rovine di un’abitazione montana e anche lo spazio scelto all’interno della vegetazione per la costruzione delle carbonaie. I due significati coesistono come le strutture in rapporto alla natura circostante, entrambe sono architetture create dall’uomo, ricche di storie e tradizioni, destinate a scomparire col tempo, inghiottite dagli alberi.

Il legante tra questi due significati è il bosco.

I carbonai, per costruire lo spazio dove produrre il carbone, sceglievano un’area boschiva idonea allo scopo, dove trovare il legname e costruire i forni. Il bosco abbracciava i carbonai, il loro lavoro e la loro vita: questo mestiere portava gli uomini a lasciare la famiglia per alcune settimane e vivere in una casa appositamente costruita per lo scopo.

Un ringraziamento a Simone Simoni per la documentazione fotografica.

Informazioni e prenotazioni
tutor@accademiabellearti.bg.it
www.accademiabellearti.bg.it

Norme di sicurezza
L’ingresso allo spazio espositivo avviene esclusivamente con mascherina protettiva, che copra naso e bocca e che deve essere tenuta durante tutta la visita.
È fissato l’affollamento massimo di n. 8 visitatori contemporaneamente. I visitatori non appartenenti allo stesso nucleo abitativo inoltre devono mantenere una distanza interpersonale di almeno 1.5 metri l’uno dall’altro, sia all’interno che all’esterno dello spazio espositivo. Si raccomanda di prenotare un appuntamento per visitare la mostra al fine di evitare tempi di attesa e affollamenti all’esterno dello spazio espositivo.

Comments are closed